Si parla di cottura diretta quando il cibo è posizionato sulla griglia sopra la sorgente di calore del bbq, praticamente sulla fiamma; si utilizza per piccoli tagli di carne, hamburger o salsicce. La cottura sarà veloce e ad alta temperatura.

Ovviamente non solo la carne, ma con il metodo diretto potremo cuocere anche le verdure o il pesce e comunque tutti quei cibi che richiedono un tempo di cottura inferiore a 20 minuti.

A questo metodo di cottura dobbiamo la formazione delle classiche "grill marks", le righe diagonali di color bruno che si formano sugli alimenti a contatto con la griglia, di cui abbiamo parlato nella Reazione di Maillard.

La cottura diretta è anche utilizzata successivamente alla cottura indiretta o viceversa, in base alla ricetta da realizzare. In questo caso si parla di cottura ibrida.Pensiamo per esempio alle classiche Ribs: alcune ricette prevedono che dopo averle tenute in cottura indiretta, quando ormai sono quasi pronte, le copriremo di salsa barbecue per il passaggio finale in cottura diretta. Il risultato sarà eccezionale.

Video Cottura diretta